Berlino in Bicicletta secondo Fahrradstation!

di , May 21, 2011 2:47 pm

Ciao a tutti!

Con questo blog, Fahrradstation vuole offrire a tutti voi turisti la possibilità di scoprire una Berlino che nessuna guida che normalmente trovate in libreria potrà raccontarvi.

Berlino è una città in bicicletta. Tutti la usano e tutto è -quasi!- a misura di bicicletta. Potrete portarla ovunque e parcheggiarla ovunque, i mezzi di trasporto hanno sempre dei posti riservati alle bici e chiunque sale e scende dalle metropolitane con la propria bici al seguito. I ciclisti sono molto rispettati dagli automobilisti, e anche motlo intolleranti con i pedoni che non rispettano la pista ciclabile!! Sarete certamente un po´ confusi dalla grandezza della città, dai numerosi semafori (per bici, pedoni, tram e automobili), dalle piste ciclabili che cambiano da quartiere a quartiere, ma niente paura!! Dopo il primo km in sella vi sentirete assolutamente in sintonia con la città, una città che pedala, naturalmente!!

Fahrradstation offre fantastici tour guidati di ogni tipo, ma anche biciclette a noleggio di altissima qualità, per permettervi di uscire dagli schemi del giro turistico e vivere davvero la città come dei veri Berliner!!

Fahhradstattio ha ben 6 stazioni di noleggio distribuite nei punti nevralgici della città. Scopri il punto vendita più vicino!

Scorrete tutti i nostri post e scorprite qual è il tour che fa per voi e quale si addice al vostro umore di oggi!!

Buone pedalate a tutti

La collina del Diavolo

di , May 20, 2011 12:12 pm

Prosegui la lettura 'La collina del Diavolo'»

Alle porte della città

di , March 18, 2011 4:36 pm

Prosegui la lettura 'Alle porte della città'»

Schöneberg, come non lo conosci

di , September 4, 2010 3:49 pm

Oggi vi proponiamo un giro a Schöneberg alla scoperta di angoli poco conosciuti eppure sorprendenti chequesto quartiere nasconde. Il giro è interamente urbano, ma si passerà attraverso una serie di parchi e in un enorme spazio aperto dove una volta c’era l’aereoporto di Tempelhof.

Il quartiere di Schöneberg era il centro culturale della Berlino occidentale prima della reunificazione della Germania.  Attualmente conserva una grande offerta culturale e un ambiente particolare, un quartiere molto accogliente tanto per i turisti quanto per i residenti.

Iniziamo il nostro giro dalla parte più a nord di Schöneberg, cioè Nollendorfplatz (1). Questa zona è conosciuta come uno dei principali quartieri gay-friendly di Berlino. Il quartiere è pieno di bar, ristoranti e negozietti di antichità, libri, specialità culinarie etc.

In più, se vi trovate qui a giugno, potrete anche vivere il Carnevale gay che si festeggia soprattutto per le strade di Nollendorf. Mai avrete visto qualcosa di simile!

 

 

Da Nollendorf proseguiamo per Bülowstraße sempre dritto fino ad arrivare in un punto dove la strada piega verso destra. Prima di continuare in questa direzione, se siamo in concomitanza con il giorno dello sport, possiamo proseguire diritto, seguendo il percorso della U-Bahn, per una stradina di sabbia, che ci condurrà ad un complesso di più di 20 campi da beach volley (2).

 

Il giro in Bülowstraße ci porta direttamente a Yorkstraße. Appena dietro la fermata U+S-Bahn troviamo il cimitero di Alter St.-Matthäus-Kirchhof Berlin (3).  In questo prezioso ed inusuale cimitero possiamo trovare le tombe dei Fratelli Grimm e di Claus von Stauffenberg, il maggior responsabile del fallimento dell’operazione Valchiria, nella quale si cercò di assassinare Hitler.

Dopo aver visitato il cimitero, oltrepassiamo il sottovia della S-Bahn per raggiungere Großgüschenstraße finchè incontreremo Potsdammer Straße. Davanti a noi troviamo il Parco Heinrich-von-Kleist-Park (4), con al centro il Kammergericht (antico palazzo di Giustizia della città)

 

Ad angolo tra Potsdammer straße e Pallasstasse trovaimo un grande edificio dalle linee molto sobrie e dallo stile nazionalsocialista. Si tratta del Palazzo dello Sport, oggi chiamato Sozialpalast (5). Lo Sportpalast è conosciuto come il luogo dove Goebbels tenne il famoso discorso della “Guerra totale” nel 1943, quando, nella II Guerra Mondiale, le cose per la Germania cominciavano ad andare male.

Continuando, seguiamo per Hauptstraße e,  all’inizio della strada, al numero 155 (6), troviamo un edificio con la facciata abbstanza anonima. Lì visse David Bowie. Questa notizia curiosa ci serve più che altro per sapere che tra gli anni 60 e 70 questo quartiere riunì moltissimi artisti, così come moltissimi omosessuali.

Dunque giriamo a destra per incrociare ancora la S-bahn e poi il ponte Julius-Leber e subito a destra continuiamo per una piccola strada che ci conduce all’unico edificio in piedi del “Progetto Germania” (7) (un progetto urbanistico di rinnovazione della città che prevede la costruzione di una serie di edifici colossali).

 

Da qui incontriamo Lebenstraße e, al centro della stessa ci imbattiamo nella casa dove nacque Marlene Dietrich (8) e un po’ più avanti la particolarissima cupola della chiesa Königin-Luise-Gedächtniskirche (9).

 

In questo momento comincia un tratto della nostra passeggiata molto più tranquillo. Seguiamo Kolonnenstraße fino ad arrivare a Loewenhardtdamm, per poi proseguire per Manfred-von-Richthofen-Straße. Alla fine di questa strada incotnriamo un enorme spazio aperto che prima era occupato dall’aeroporto di Tempelhof(10).

 

Qui finisce il nostro giro. Se desideriamo proseguire un po’, possiamo notare che vicino all’aeroporto ci sono altri luoghi interessanti che possiamo visitare, come Piazza di Luftbrücke (11), Bergmannstraße (12) o  il parco di Hasenheide (Volkspark Hasenheide) (13).

 

Il giro è lungo 7 km perfetto per una passeggiata di due ore. Ci muoviamo sempre su piste ciclabili o strada così la difficoltà è minima. Spero che apprezzerete questa passeggiata a Schöneberg, uno dei quartieri più affascinanti di Berlino!

L’estremo oriente di Berlino

di , June 24, 2010 2:59 pm

Prosegui la lettura 'L’estremo oriente di Berlino'»

La cittadella di Spandau

di , June 8, 2010 12:47 pm

Salve a tutti!

Oggi vi proponiamo un giro che parte dalla porta di Brandeburgo e arriva fino alla cittadella di Spandau e al lago Falken (Falkensee)

Si tratta di una escursione perfetta per passare un giorno intero fuori, che combina spazi aperti, città e il centro storico del grazioso quartiere di Spandau.

 

Partiamo da Pariser Platz (1), dove si incontrano la Porta di Brandeburgo, la Accademia delle Arti, l’hotel Adlon, e appena sulla destra, anche il Reichstag.

 

Da lì proseguiamo sempre dritto verso lo slargo di  Strasse des 17. Juni, dove possiamo ammirare, tra gli altri, il Monumento ai soldati sovietici caduti e la Siegessäule, la colonna della Vittoria (2). Se lo desideriamo, possiamo anche addentrarci nel Tiergarten e godere di questo bosco e dei vasti prati.

Alla fine di Strasse des 17. Juni si incontra Ernst-Reuter-Platz. Appena prima della piazza si ergono i vari edifici della Università Politecnica di Berlino (TU Berlin) (3). Inoltre, durante il fine settimana, vicino alla fermata della S-Bahn di Tiergarten c’è un mercatino di antiquariato e arte davvero interessante.

 

A questo punto, dobbiamo prendere Bismarkstraße fino a Sophie-Charlotte-Platz e durante la passeggiata incontriamo il Teatro Schiller e la Deutsche Oper (4).
Una volta arrivati a Sophie-Charlotte-Platz, prendiamo Schloßstraße fino ad incontare proprio davanti a noi il Castello di Charlottenburg (5). Vi raccomandiamo la visita completa del castello, e, se vi trovate in una bella giornata, assolata e calda, non si può non fare un giro ai giardini del Castello di Charlottenburg.

 

Una volta lasciato il castello, dobbiamo prendere Spandauer Damm, passando davanti alla stazione della S-bahn Westend. Nel tragitto più lungo di questa paseggiata, quesa via cambia il nome (Charlottenburger Chaussee e Ruhlebener Straße)  fino ad arrrivare al centro di Spandau, dove incontriamo il centro storico dell’antica città (7) ed il comune (Rathaus).

 

Un piccolo appunto per gli amanti della bicicletta e della natura: poco prima di arrivare a Spandau, nell’antico borgo di Stressow, possiamo camminare intorno al villaggio di pescatori sulla penisola di Tiefwerder Havel e nella riserva naturale di Tiefwerder (6).

 

A questo punto proponiamo di visitare prima la Cittadella di Spandau (Zitadelle) (8) prendendo la strada Am Juiliustrum e poi entrando direttamente sull’isola della cittadella passando sul Zitadellenbrücke.

 

Dal centro di Spandau, andiamo a prendere la Spekteweg, un grazioso cammino tra natura e quartieri residenziali (troveremo anche la chiesa Am Falkenhagener Feld), fino ad arrivare ai parchi Munsinger Park, Ramin-Park e Spektwiesen (9). Proseguiamo  per altri sentieri (An der Falgenlake e An der Tränke) che costeggiano i poccoli laghi della zona fino ad arrivare a Spandauer Straße e all’antico muro tra Berlino Ovest e lo stato di Brandeburgo.

 

Per continuare, proponiamo di seguire Spandauer Straße fino ad arrivare al lago di Falkenhagener (10),  dove finisce la nostra passeggiata di oggi.

 

Il giro ha una lunghezza di circa 20 km solo di andata, è dunque abbastanza lunga ma la strada è sempre confortevole e adeguato a qualsiasi tipo di bicicletta. Il percorso del ritorno si può tranquillamente afre con metropolitana perchè ci sono sempre fermate vicino al tragitto del percorso.

P.D.: Vi lascio la mappa del giro con i luoghi di maggior interesse marcati.

Un giro a sud

di , April 27, 2010 3:11 pm

Prosegui la lettura 'Un giro a sud'»

Kreuzberg

di , April 13, 2010 3:38 pm

Salve a tutti!

Oggi affronteremo un giro per la città breve e semplice, che combina una passeggiata al turismo urbano alternativo. In questo caso proponiamo un tour attraverso l’esteso e variopinto quartiere di Kreutzberg.  Speriamo di sollecitare la vostra curiosità!

Per poter davvero apprezzare come straordianriamente cambia la città di quartiere in quartiere, vi proponiamo di partire dal Centro (Berlin Mitte) per entrare poi a Kreutzberg cominciando percorrendo il celebre viale Unter den Linden da Friedrichstrasse.

Percorriamo Friedrichstrasse con i suoi negozi eleganti e i numerosi caffè lasciando Gendarmenmarkt a sinistra, incrociando poi Leipziger Strasse, fino ad arrivare a al Checkpoint Charlie.

 

Una volta superato Checkpoint Charlie, noterete che le strade non sono più così ben tenute e i negozi hanno un profilo molto differente, così come la presenza dei turisti è molto meno abbondante. Siamo a Berlino, dunque potrebbe essere automatico pensare: “ Chiaro, prima di Checkpoint Charlie eravamo nella parte ovest della città mentre ora siamo passati nel lato est…” È vero, prima del Checkpoint Charlie era la frontiera, ma i settori erano esattamente al contrario. Berlin Mitte era il centro della Berlino est ed era relativamente ben curato per salvare l’apparenza. In più, con la caduta del muro, fu convertito nel centro della Berlino riunificata e fu significativamente restaurato. Per contro, Kreutzberg era il “quartiere povero” del settore occidentale e tutt’oggi continua ad essere un po’ trascurato. È abitato da moltissimi migranti e gente giovane, che danno al quartiere un aspetto diverso, bohemien e alternativo… ed anche molto frequentato per la sua vita notturna.

Proseguiamo per Friedrichstrasse fino ad arrivare a Mehringplatz (1), che può essere definita la “piazza di quartiere”.

Continuando, incrociamo il canale e ci dirigiamo fino alla strada di Meringdamm, nel suo tratto più ampio e trafficato. Subito a destra, troviamo il famoso Curry 36 (2), il negozio più famoso di Currywürts di Belrino. Non c’è niente di male nel fermarsi un minuto a riprendere le forze con un Currywurst, patatine e birra…

A questo punto vi proponiamo u paio di attività. Prima, la visita al Museo Gay (Schwüles Museum) e secodno, facendo una piccola deviazione, per il quale vi assicuriamo che ne vale la pena, il parco di Viktoriapark (3). Andando un po’ più a ovest, attraversando Kreutzbergstrasse, incontrerete questo parco, che si caratterizza per le sue piccole cascate (artificiali) e per il suo monumento nazionale (monumento al riconoscimento e ammirazione della cultura e storia nazionale) nella parte più alta della collina.

Dopo Viktoriapark, percorriamo ancora Kreutzbergstrasse fino a che, una volta incrociata Meringdammm, diventa Bergmannstrasse (4), a nostro giudizio una delle strade con l’atmosfera e i negozi più alternativi di berlino, dove è un piacere passeggiare e trascorrere un po’ di tempo ( e non solo in Bergmannstrasse, ma anche nelle sue stradine trasversali).

 

Continuando per Bergmannstrasse, alla fine raggiungiamo il parco pubblico di Hesenheide (Volkspark Hesenheide) (5), una enorme estensione di prati e boschi nel centro della città.  una enorme extensión de prados y bosque en medio de la ciudad. Dopo il trambusto e l’animazione di Bergmannstrasse, questo parco  è un perfetto contrasto nel quartire di Kreutzberg.

Per continuare, proponiamo di uscire dal parco per Kotbusser Damm e prendere questa strada in direzione nord. Lì incroceremo il canale e forse il mercato turco (6) il martedì e il venerdì per tutto l’anno).

[si veda a proposito il percorso “lungo il canale”]

Una volta giunti alla fermata della U-Bahn di Kotbusser Tor, prendiamo Skalitzer Strasse fino ad arrivare a Görlitzer Park (7). Come si può descrivere questo parco… Qui si mescolano famiglie con i bambini che giocano e gente di dubbia integrità e sobrietà con spiazzante armonia. Se c’è una cosa che sorprende a Berlino è quanto poco pericolosa sia la gente ubriaca a Berlino… Scherzi a parte, vale veramente la pena fare un giretto a Görlitzer Park.

 

Se siete con i bambini o semplicemente amate gli animali, c’è un piccolo giardino con pecore, capre, oche, asini, ecc. e si può dare loro qualcosa da mangiare e giocarci.

Dopo Görlitzer Park ci dirigiamo a Schlesisches Tor, una zona anch’essa molto animata (soprattutto di notte). Qui attraversiamo il canale attraverso il ponte di Warschauer (8) (Oberbaumbrücke), uno dei più belli della città.

 

Sull’altra sponda, possiamo vedere in fondo lo spettacolare palazzetto dello sport O2 e, al lato del canale, troviamo il pezzo più lungo del Muro di Berlino ancora in piedi, la notissima East Side Gallery (9).

 

Una volta arrivati a questo punto, potrete tornare verso il centro, percorrere un tratto del canale e andare verso il quartiere Treptow, per poi visitare il Treptower Park, per esempio. Da questo punto, avrete percorso circa 8  o 9 km  di terreno sempre facile: asfalto, marciapiede o strada sterrata battuta.

Spero che apprezzerete questo giro attraverso uno dei quartieri più variopinti di Berlino!

Vi lascio una mappa con, in evidenza, i punti più interessanti di questo giro.

Olympiastadion e dintorni

di , April 8, 2010 3:37 pm

Prosegui la lettura 'Olympiastadion e dintorni'»

Un giorno a Wannsee

di , April 1, 2010 10:29 am

Salve a tutti!
Se vi piacciono le escursioni molto varie, questa è proprio quella che fa per voi. Oltre alla bicicletta, vi consigliamo di dotarvi di un costume da bagno, un pallone e uno zaino bello pieno di cibo per un pic-nic! A Wannsee potrete trovare tutto quello che fa per voi, incorniciato da uno splendido paesaggio.

Il giro a Wannsee non solo collega l’antica Berlino Orientale a quella Occidentale, ma anche il centro storico con i distretti costruiti in epoca imperiale, che concentrano ville di lusso e zone di svago nella periferia sud-ovest della città. Più concretamente, il giro comincia a Schlossplatz, nel centro città e finisce a Glienicker Brücke (proprio in corrispondenza del confine tra Berlino e lo stato di Brandeburgo, nei pressi di Potsdam), in un paesaggio idillico, tipico prussiano, pieno di parchi e palazzi.

Cominciando nell’antico edificio di Schlossfreiheit, il giro procede per  Schleusenbrücke  e poi per la piazza di Gendarmenmarkt verso Leipziger Strasse. Una volta in Leipziger Strasse, proseguiamo e arriviamo a Checkpoint Charlie. Il giro prosegue lungo la parte sud di Friedrichstadt, passando per il nuovo edificio del museo Ebraico.

Dopo Grossbeerenstrasse, superiamo il canale Landwehr e ci addentriamo in Kreutzberg. Da qui proseguiamo per Monumentenbrücke per ritrovarci già nel quartiere di Shöneberg.  Dopo aver superato il ponte Langenscheidt a scendendo per Belziger Strasse arriviamo al comune di Schöneberg, (Rathaus Schöneberg), sede dell’ufficio del sindaco e del Senato occidentale quando la città era divisa, e edificio famoso anche perché proprio da qui Kennedy pronunciò la celebre frase: “Ich bin ein Berliner “.

La passeggiata continua attraverso il parco pubblico di Schöneberg, (Volkspark Schöneberg), passando al di sotto della linea ferrotranviaria. In questo punto troveremo con ogni probabilità, la pista ciclabile piena di studenti dell’Università Libera (Freie Universidad). Da qui prendiamo la strada parallela alla linea metropolitana in direzione sud e superiamo Mexicoplatz per arrivare fino a Nikolassee.

A Nikolassee (vicino la stazione della S-Bahn) possiamo scegliere tra una serie di sentieri adatti alla bicicletta. Dal ponte di Wannsee (Wannseebrücke), possiamo godere della  particolare vista del Grande e del Piccolo Wannsee (Grosser y Kleiner Wannsee).

Arrivati a Pfaueninselchaussee in Königstrasse possiamo segliere tra due strade che ci portano entrambe a Glienicker Brücke:
1) Il tratto più corto e più rapido dei due che ci porta lungo Wannsee per Königstrasse e Schäferberg.

2) Per gli amanti della natura e per i più romantici, raccomandiamo invece di seguire la segnaletica per R1 e la via del Muro di Berlino che passa per Pfaueninselchaussee e Haveluferwanderweg.

A questo punto, ci imbattiamo nel paesaggio delle Arcade Prussiane, una zona di palazzi e laghi tra la Pfaueninsel (Isola dei Pavoni) e il Parco Sansouci.

Alla fine, arriviamo all’incrocio di Havel in direzione Potsdam. Da qui possiamo ammirare “la vista dei cinque palazzi”, uno dei panorami più spettacolari della zona del Basso Havel. Da qui si può completare un giro a Potsdam o prendere la strada del Muro di Berlino lungo Griebnitzsee.
Questo giro può essere considerato di difficoltà intermedia, non per la sua difficoltà quanto per la sua estensione (solo andata 28 km). Ciò nonostante, se viaggiate con bambini o semplicemente preferite fare solo il percorso di andata, potete combinare il giro in bici con un ritorno in S-Bahn. I treni partono di frequente dalle stazioni che potete trovare facilmente sia in città che nei tratti più di campagna. In questo modo non avrete di che preoccuparvi perchè avverte sempre la possibilità di prendere un mezzo se siete stanchi o se dovesse accadervi qualsiasi cosa.
Speriamo che gradirete questa proposta. È davvero piacevole e potrete ammirare un paesaggio davvero diverso dal quello del centro di Berlino!
P.s.: Oggi vi lasciamo la mappa ufficiale del giro che potrete trovare in tutti gli uffici di informazione turistica della città.

 

Panorama Theme by Themocracy