Category: 2-Intermedias

L’estremo oriente di Berlino

di , June 24, 2010 2:59 pm

Prosegui la lettura 'L’estremo oriente di Berlino'»

La cittadella di Spandau

di , June 8, 2010 12:47 pm

Salve a tutti!

Oggi vi proponiamo un giro che parte dalla porta di Brandeburgo e arriva fino alla cittadella di Spandau e al lago Falken (Falkensee)

Si tratta di una escursione perfetta per passare un giorno intero fuori, che combina spazi aperti, città e il centro storico del grazioso quartiere di Spandau.

 

Partiamo da Pariser Platz (1), dove si incontrano la Porta di Brandeburgo, la Accademia delle Arti, l’hotel Adlon, e appena sulla destra, anche il Reichstag.

 

Da lì proseguiamo sempre dritto verso lo slargo di  Strasse des 17. Juni, dove possiamo ammirare, tra gli altri, il Monumento ai soldati sovietici caduti e la Siegessäule, la colonna della Vittoria (2). Se lo desideriamo, possiamo anche addentrarci nel Tiergarten e godere di questo bosco e dei vasti prati.

Alla fine di Strasse des 17. Juni si incontra Ernst-Reuter-Platz. Appena prima della piazza si ergono i vari edifici della Università Politecnica di Berlino (TU Berlin) (3). Inoltre, durante il fine settimana, vicino alla fermata della S-Bahn di Tiergarten c’è un mercatino di antiquariato e arte davvero interessante.

 

A questo punto, dobbiamo prendere Bismarkstraße fino a Sophie-Charlotte-Platz e durante la passeggiata incontriamo il Teatro Schiller e la Deutsche Oper (4).
Una volta arrivati a Sophie-Charlotte-Platz, prendiamo Schloßstraße fino ad incontare proprio davanti a noi il Castello di Charlottenburg (5). Vi raccomandiamo la visita completa del castello, e, se vi trovate in una bella giornata, assolata e calda, non si può non fare un giro ai giardini del Castello di Charlottenburg.

 

Una volta lasciato il castello, dobbiamo prendere Spandauer Damm, passando davanti alla stazione della S-bahn Westend. Nel tragitto più lungo di questa paseggiata, quesa via cambia il nome (Charlottenburger Chaussee e Ruhlebener Straße)  fino ad arrrivare al centro di Spandau, dove incontriamo il centro storico dell’antica città (7) ed il comune (Rathaus).

 

Un piccolo appunto per gli amanti della bicicletta e della natura: poco prima di arrivare a Spandau, nell’antico borgo di Stressow, possiamo camminare intorno al villaggio di pescatori sulla penisola di Tiefwerder Havel e nella riserva naturale di Tiefwerder (6).

 

A questo punto proponiamo di visitare prima la Cittadella di Spandau (Zitadelle) (8) prendendo la strada Am Juiliustrum e poi entrando direttamente sull’isola della cittadella passando sul Zitadellenbrücke.

 

Dal centro di Spandau, andiamo a prendere la Spekteweg, un grazioso cammino tra natura e quartieri residenziali (troveremo anche la chiesa Am Falkenhagener Feld), fino ad arrivare ai parchi Munsinger Park, Ramin-Park e Spektwiesen (9). Proseguiamo  per altri sentieri (An der Falgenlake e An der Tränke) che costeggiano i poccoli laghi della zona fino ad arrivare a Spandauer Straße e all’antico muro tra Berlino Ovest e lo stato di Brandeburgo.

 

Per continuare, proponiamo di seguire Spandauer Straße fino ad arrivare al lago di Falkenhagener (10),  dove finisce la nostra passeggiata di oggi.

 

Il giro ha una lunghezza di circa 20 km solo di andata, è dunque abbastanza lunga ma la strada è sempre confortevole e adeguato a qualsiasi tipo di bicicletta. Il percorso del ritorno si può tranquillamente afre con metropolitana perchè ci sono sempre fermate vicino al tragitto del percorso.

P.D.: Vi lascio la mappa del giro con i luoghi di maggior interesse marcati.

Olympiastadion e dintorni

di , April 8, 2010 3:37 pm

Prosegui la lettura 'Olympiastadion e dintorni'»

Un giorno a Wannsee

di , April 1, 2010 10:29 am

Salve a tutti!
Se vi piacciono le escursioni molto varie, questa è proprio quella che fa per voi. Oltre alla bicicletta, vi consigliamo di dotarvi di un costume da bagno, un pallone e uno zaino bello pieno di cibo per un pic-nic! A Wannsee potrete trovare tutto quello che fa per voi, incorniciato da uno splendido paesaggio.

Il giro a Wannsee non solo collega l’antica Berlino Orientale a quella Occidentale, ma anche il centro storico con i distretti costruiti in epoca imperiale, che concentrano ville di lusso e zone di svago nella periferia sud-ovest della città. Più concretamente, il giro comincia a Schlossplatz, nel centro città e finisce a Glienicker Brücke (proprio in corrispondenza del confine tra Berlino e lo stato di Brandeburgo, nei pressi di Potsdam), in un paesaggio idillico, tipico prussiano, pieno di parchi e palazzi.

Cominciando nell’antico edificio di Schlossfreiheit, il giro procede per  Schleusenbrücke  e poi per la piazza di Gendarmenmarkt verso Leipziger Strasse. Una volta in Leipziger Strasse, proseguiamo e arriviamo a Checkpoint Charlie. Il giro prosegue lungo la parte sud di Friedrichstadt, passando per il nuovo edificio del museo Ebraico.

Dopo Grossbeerenstrasse, superiamo il canale Landwehr e ci addentriamo in Kreutzberg. Da qui proseguiamo per Monumentenbrücke per ritrovarci già nel quartiere di Shöneberg.  Dopo aver superato il ponte Langenscheidt a scendendo per Belziger Strasse arriviamo al comune di Schöneberg, (Rathaus Schöneberg), sede dell’ufficio del sindaco e del Senato occidentale quando la città era divisa, e edificio famoso anche perché proprio da qui Kennedy pronunciò la celebre frase: “Ich bin ein Berliner “.

La passeggiata continua attraverso il parco pubblico di Schöneberg, (Volkspark Schöneberg), passando al di sotto della linea ferrotranviaria. In questo punto troveremo con ogni probabilità, la pista ciclabile piena di studenti dell’Università Libera (Freie Universidad). Da qui prendiamo la strada parallela alla linea metropolitana in direzione sud e superiamo Mexicoplatz per arrivare fino a Nikolassee.

A Nikolassee (vicino la stazione della S-Bahn) possiamo scegliere tra una serie di sentieri adatti alla bicicletta. Dal ponte di Wannsee (Wannseebrücke), possiamo godere della  particolare vista del Grande e del Piccolo Wannsee (Grosser y Kleiner Wannsee).

Arrivati a Pfaueninselchaussee in Königstrasse possiamo segliere tra due strade che ci portano entrambe a Glienicker Brücke:
1) Il tratto più corto e più rapido dei due che ci porta lungo Wannsee per Königstrasse e Schäferberg.

2) Per gli amanti della natura e per i più romantici, raccomandiamo invece di seguire la segnaletica per R1 e la via del Muro di Berlino che passa per Pfaueninselchaussee e Haveluferwanderweg.

A questo punto, ci imbattiamo nel paesaggio delle Arcade Prussiane, una zona di palazzi e laghi tra la Pfaueninsel (Isola dei Pavoni) e il Parco Sansouci.

Alla fine, arriviamo all’incrocio di Havel in direzione Potsdam. Da qui possiamo ammirare “la vista dei cinque palazzi”, uno dei panorami più spettacolari della zona del Basso Havel. Da qui si può completare un giro a Potsdam o prendere la strada del Muro di Berlino lungo Griebnitzsee.
Questo giro può essere considerato di difficoltà intermedia, non per la sua difficoltà quanto per la sua estensione (solo andata 28 km). Ciò nonostante, se viaggiate con bambini o semplicemente preferite fare solo il percorso di andata, potete combinare il giro in bici con un ritorno in S-Bahn. I treni partono di frequente dalle stazioni che potete trovare facilmente sia in città che nei tratti più di campagna. In questo modo non avrete di che preoccuparvi perchè avverte sempre la possibilità di prendere un mezzo se siete stanchi o se dovesse accadervi qualsiasi cosa.
Speriamo che gradirete questa proposta. È davvero piacevole e potrete ammirare un paesaggio davvero diverso dal quello del centro di Berlino!
P.s.: Oggi vi lasciamo la mappa ufficiale del giro che potrete trovare in tutti gli uffici di informazione turistica della città.

 

(Español) La ruta del Muro

di , March 30, 2010 2:48 pm

Salve a tutti!

Questa volta vi proponiamo un giro di una difficoltà più alta, non per le sue caratteristiche tecniche quanto per la sua estensione. Di fatto vi proponiamo due giri: o si percorre da nord a sud tutto il frammento di muro che separava le due metà della città, oppure si possono percorrere tutti i 160 km del perimetro totale del Muro, cioè il confine tra Berlino Est e Berlino ovest e tra Berlino e Brandeburgo. Dunque possiamo dire che il primo tratto ha un livello di difficoltà intermedio, il secondo, qualora lo si volesse fare tutto in un giorno, un livello avanzato.

 

Dopo la caduta del muro, l’impulso immediato e dominate fu la demolizione di tutta la barriera che aveva tenute separate le persone e aveva diviso la città per decenni.

Attualmente vi sono solo frazioni e sezioni isolate del muro ancora integre. Ciò che tuttavia ancora è facilmente riconoscibile, sono i punti di passaggio, che fanno si che possiamo percorrere la frontiera come fossimo sentinelle.

Sul confine con il Brandeburgo, questa passeggiata ci conduce soprattutto attraverso boschi e campagne, un giro prevalentemente rurale.

D’altro canto, la passeggiata di 50 km lungo l’antica linea divisoria delle due metà della città attraversa molte zone urbane tra le quali alcune d’interesse turistico. Come è facilmente immaginabile, in questa zona si concentrano la maggior parte dei monumenti commemorativi, i resti del muro e esposizioni dedicate alla sua influenza e le sue conseguenze. Continuando, descriviamo più dettagliatamente il tratto del tour breve:

Per realizzare il giro di 50 km lungo un tratto del Muro di Berlino, entro i confini della città, dal villaggio di Lübars nel nord, fino al confine sud della città, nei pressi dell´aeroporto di Schönefeld, il miglior posto per cominciare è la stazione di Hermsdorf. Dalla stazione S-Bahn di Hermdorf, raggiungiamo l’inizio del Giro lungo il Muro di Berlino dall’angolo di Berliner Chausee e Veltheimstrasse, da dove seguiamo per Alte Schildower Strasse.

Da qui possiamo ammirare il Tegeler Fliess, una delle valli più belle di Berlino con un ruscello che noi seguiremo fino alla costa nord del lago Köppchensee. Sull’altro lato possiamo scorgere il paese di Lübars. Godremo di una vista davvero particolare perché risulta ben visibile tutta la strada che conduce alla torre della Televisione in Alexanderplatz.

 

Proseguendo ancora il percorso, arriviamo ad incrociare i binari della Eisenbahn Niederbarnimer. Una volta incrociata Quickborner Strasse, la attraversiamo fino al lato oves della strada, dove potremo ammirare gli alti edifici abitativi del Märkisches Viertel.

I vecchi posti di pattugliamento della strada utilizzati dai doganieri di Belrino ovest e seguono il percorso tra Nordgraben a Klemkestrasse che conserva ancora il suo stato originale.

 

Superando il cimitero di Pankow, al nord est del quale si incontra il monumento ai Soldati Sovietici caduti a Schönholz, arriviamo alla stazione di Wollankstraße.

 

Da qui possiamo vedere la storica frontiera di Bornholmer Straße e il disegno intrigante del ponte Schwedter Steg.  Il Mauerpark, in Prenzlauer Berg è uno dei posti più caratteristici di Berlino, come già abbiamo descritto in altri post (si veda Angoli di Berlino Nord). Ci troviamo ora in Bernauer Straße, il cuore del paesaggio commemorativo del Muro di Berlino, dove si può vedere il percorso del Muro e un archivio storico proprio lì vicino.

 

Il nostro percorso nel centro storico di Berlino prosegue verso la stazione di Nordbahnhof e i cimiteri di Santa Eduvigis e Domgemeinde Französische.

La nostra prossima fermata è agli Chausseestrasse (antichi valichi di frontiera), a canale Spandauer Schifffahrtskanal e ad una torre di avvistamento in Kieler Strasse, al cimitero Invaludenfriedhof e alla ex Invalidenstrasse.

 

Seguendo il canale arriviamo alla stazione centrale dei treni, la Hauptbahnhof. La via del Muro ci porta lungo la sponda del fiume e poi sul Marschallbrücke (ponte del governo distrettuale) fino ad arrivare alla porta di Brandeburgo. Dunque arriviamo nella parte più moderna della città, Potsdamer Platz.

 

Da Stresemannstrasse andiamo verso Niederkirchnerstraße, una strada ricca di storia. Qui troviamo la Camera dei rappresentanti, il Palazzo di Martin-Gropius, il Museo Topografia del Terrore e pezzi conservati del Muro. Il giro continua lungo la famosa Zimmerstrasse fino a Checkpoint Charlie.

 

Più ad est passaimo al posto di controllo di Heinrich-Heine-Strasse. Un alMás hacia el este pasamos el puesto de control Heinrich-Heine-Strasse. Un altro punto di nostro interesse è il bacino dell’ex canale di Luisenstädtischer e di Engelbecken, nei pressi dei quali troviamo le chiese di Michaelskirche e Thomaskirche. Per ragigiungere la East Side Gallery, il tratto più lungo del muro ancora oggi identificabile, dobbiamo attraversare la Sprea.

 

La nostra prossima fermata è al ponte Oberaumbrücke e all’isola di Lohmühleninsel. Da qui passegiamo attraverso quartieri residenziali tra Treptow e Kiefholzstr. En este punto, circulamos través de barrios residenciales desde Treptow a Kiefholzstr. Dunque il nostro percorso passa per Heidekampgraben. Il percorso lungo questa ampia strada incrocia la frontiera di Sonnenallee e porta al Zweigkanal Britzer.

 

Il cammino continua sull’altro lato del canale fino ad incotrare Teltowkanal, poi il sentiero che ci conduce alla strada, la quale passa per il parco Alt-Glienicke Horizontal fino all’antico posto di controllo Waltersdorfer Chaussee. In fondo, possiamo scorgere l’aeroporto di Berlino Schönefeld, ciò significa che abbiamo raggiunto la nostra meta!

Il percorso è continuamente marcato sul terreno e si svolge sempre su asfalto o su terra battuta ed è comunque sempre in piano, senza grosse difficoltà, adatto anche a biciclette da città. Speriamo che apprezzerete questa passeggiata, la mamma di tutte le passeggiate a Berlino!

P.S. In questo caso vi lasciamo la mappa ufficiale del giro che potrete trovare in tutti gli uffici di informazione turistica della città.

 

Panorama Theme by Themocracy