Un giro a sud

di , April 27, 2010 3:11 pm

Prosegui la lettura 'Un giro a sud'»

Kreuzberg

di , April 13, 2010 3:38 pm

Salve a tutti!

Oggi affronteremo un giro per la città breve e semplice, che combina una passeggiata al turismo urbano alternativo. In questo caso proponiamo un tour attraverso l’esteso e variopinto quartiere di Kreutzberg.  Speriamo di sollecitare la vostra curiosità!

Per poter davvero apprezzare come straordianriamente cambia la città di quartiere in quartiere, vi proponiamo di partire dal Centro (Berlin Mitte) per entrare poi a Kreutzberg cominciando percorrendo il celebre viale Unter den Linden da Friedrichstrasse.

Percorriamo Friedrichstrasse con i suoi negozi eleganti e i numerosi caffè lasciando Gendarmenmarkt a sinistra, incrociando poi Leipziger Strasse, fino ad arrivare a al Checkpoint Charlie.

 

Una volta superato Checkpoint Charlie, noterete che le strade non sono più così ben tenute e i negozi hanno un profilo molto differente, così come la presenza dei turisti è molto meno abbondante. Siamo a Berlino, dunque potrebbe essere automatico pensare: “ Chiaro, prima di Checkpoint Charlie eravamo nella parte ovest della città mentre ora siamo passati nel lato est…” È vero, prima del Checkpoint Charlie era la frontiera, ma i settori erano esattamente al contrario. Berlin Mitte era il centro della Berlino est ed era relativamente ben curato per salvare l’apparenza. In più, con la caduta del muro, fu convertito nel centro della Berlino riunificata e fu significativamente restaurato. Per contro, Kreutzberg era il “quartiere povero” del settore occidentale e tutt’oggi continua ad essere un po’ trascurato. È abitato da moltissimi migranti e gente giovane, che danno al quartiere un aspetto diverso, bohemien e alternativo… ed anche molto frequentato per la sua vita notturna.

Proseguiamo per Friedrichstrasse fino ad arrivare a Mehringplatz (1), che può essere definita la “piazza di quartiere”.

Continuando, incrociamo il canale e ci dirigiamo fino alla strada di Meringdamm, nel suo tratto più ampio e trafficato. Subito a destra, troviamo il famoso Curry 36 (2), il negozio più famoso di Currywürts di Belrino. Non c’è niente di male nel fermarsi un minuto a riprendere le forze con un Currywurst, patatine e birra…

A questo punto vi proponiamo u paio di attività. Prima, la visita al Museo Gay (Schwüles Museum) e secodno, facendo una piccola deviazione, per il quale vi assicuriamo che ne vale la pena, il parco di Viktoriapark (3). Andando un po’ più a ovest, attraversando Kreutzbergstrasse, incontrerete questo parco, che si caratterizza per le sue piccole cascate (artificiali) e per il suo monumento nazionale (monumento al riconoscimento e ammirazione della cultura e storia nazionale) nella parte più alta della collina.

Dopo Viktoriapark, percorriamo ancora Kreutzbergstrasse fino a che, una volta incrociata Meringdammm, diventa Bergmannstrasse (4), a nostro giudizio una delle strade con l’atmosfera e i negozi più alternativi di berlino, dove è un piacere passeggiare e trascorrere un po’ di tempo ( e non solo in Bergmannstrasse, ma anche nelle sue stradine trasversali).

 

Continuando per Bergmannstrasse, alla fine raggiungiamo il parco pubblico di Hesenheide (Volkspark Hesenheide) (5), una enorme estensione di prati e boschi nel centro della città.  una enorme extensión de prados y bosque en medio de la ciudad. Dopo il trambusto e l’animazione di Bergmannstrasse, questo parco  è un perfetto contrasto nel quartire di Kreutzberg.

Per continuare, proponiamo di uscire dal parco per Kotbusser Damm e prendere questa strada in direzione nord. Lì incroceremo il canale e forse il mercato turco (6) il martedì e il venerdì per tutto l’anno).

[si veda a proposito il percorso “lungo il canale”]

Una volta giunti alla fermata della U-Bahn di Kotbusser Tor, prendiamo Skalitzer Strasse fino ad arrivare a Görlitzer Park (7). Come si può descrivere questo parco… Qui si mescolano famiglie con i bambini che giocano e gente di dubbia integrità e sobrietà con spiazzante armonia. Se c’è una cosa che sorprende a Berlino è quanto poco pericolosa sia la gente ubriaca a Berlino… Scherzi a parte, vale veramente la pena fare un giretto a Görlitzer Park.

 

Se siete con i bambini o semplicemente amate gli animali, c’è un piccolo giardino con pecore, capre, oche, asini, ecc. e si può dare loro qualcosa da mangiare e giocarci.

Dopo Görlitzer Park ci dirigiamo a Schlesisches Tor, una zona anch’essa molto animata (soprattutto di notte). Qui attraversiamo il canale attraverso il ponte di Warschauer (8) (Oberbaumbrücke), uno dei più belli della città.

 

Sull’altra sponda, possiamo vedere in fondo lo spettacolare palazzetto dello sport O2 e, al lato del canale, troviamo il pezzo più lungo del Muro di Berlino ancora in piedi, la notissima East Side Gallery (9).

 

Una volta arrivati a questo punto, potrete tornare verso il centro, percorrere un tratto del canale e andare verso il quartiere Treptow, per poi visitare il Treptower Park, per esempio. Da questo punto, avrete percorso circa 8  o 9 km  di terreno sempre facile: asfalto, marciapiede o strada sterrata battuta.

Spero che apprezzerete questo giro attraverso uno dei quartieri più variopinti di Berlino!

Vi lascio una mappa con, in evidenza, i punti più interessanti di questo giro.

Un giorno a Wannsee

di , April 1, 2010 10:29 am

Salve a tutti!
Se vi piacciono le escursioni molto varie, questa è proprio quella che fa per voi. Oltre alla bicicletta, vi consigliamo di dotarvi di un costume da bagno, un pallone e uno zaino bello pieno di cibo per un pic-nic! A Wannsee potrete trovare tutto quello che fa per voi, incorniciato da uno splendido paesaggio.

Il giro a Wannsee non solo collega l’antica Berlino Orientale a quella Occidentale, ma anche il centro storico con i distretti costruiti in epoca imperiale, che concentrano ville di lusso e zone di svago nella periferia sud-ovest della città. Più concretamente, il giro comincia a Schlossplatz, nel centro città e finisce a Glienicker Brücke (proprio in corrispondenza del confine tra Berlino e lo stato di Brandeburgo, nei pressi di Potsdam), in un paesaggio idillico, tipico prussiano, pieno di parchi e palazzi.

Cominciando nell’antico edificio di Schlossfreiheit, il giro procede per  Schleusenbrücke  e poi per la piazza di Gendarmenmarkt verso Leipziger Strasse. Una volta in Leipziger Strasse, proseguiamo e arriviamo a Checkpoint Charlie. Il giro prosegue lungo la parte sud di Friedrichstadt, passando per il nuovo edificio del museo Ebraico.

Dopo Grossbeerenstrasse, superiamo il canale Landwehr e ci addentriamo in Kreutzberg. Da qui proseguiamo per Monumentenbrücke per ritrovarci già nel quartiere di Shöneberg.  Dopo aver superato il ponte Langenscheidt a scendendo per Belziger Strasse arriviamo al comune di Schöneberg, (Rathaus Schöneberg), sede dell’ufficio del sindaco e del Senato occidentale quando la città era divisa, e edificio famoso anche perché proprio da qui Kennedy pronunciò la celebre frase: “Ich bin ein Berliner “.

La passeggiata continua attraverso il parco pubblico di Schöneberg, (Volkspark Schöneberg), passando al di sotto della linea ferrotranviaria. In questo punto troveremo con ogni probabilità, la pista ciclabile piena di studenti dell’Università Libera (Freie Universidad). Da qui prendiamo la strada parallela alla linea metropolitana in direzione sud e superiamo Mexicoplatz per arrivare fino a Nikolassee.

A Nikolassee (vicino la stazione della S-Bahn) possiamo scegliere tra una serie di sentieri adatti alla bicicletta. Dal ponte di Wannsee (Wannseebrücke), possiamo godere della  particolare vista del Grande e del Piccolo Wannsee (Grosser y Kleiner Wannsee).

Arrivati a Pfaueninselchaussee in Königstrasse possiamo segliere tra due strade che ci portano entrambe a Glienicker Brücke:
1) Il tratto più corto e più rapido dei due che ci porta lungo Wannsee per Königstrasse e Schäferberg.

2) Per gli amanti della natura e per i più romantici, raccomandiamo invece di seguire la segnaletica per R1 e la via del Muro di Berlino che passa per Pfaueninselchaussee e Haveluferwanderweg.

A questo punto, ci imbattiamo nel paesaggio delle Arcade Prussiane, una zona di palazzi e laghi tra la Pfaueninsel (Isola dei Pavoni) e il Parco Sansouci.

Alla fine, arriviamo all’incrocio di Havel in direzione Potsdam. Da qui possiamo ammirare “la vista dei cinque palazzi”, uno dei panorami più spettacolari della zona del Basso Havel. Da qui si può completare un giro a Potsdam o prendere la strada del Muro di Berlino lungo Griebnitzsee.
Questo giro può essere considerato di difficoltà intermedia, non per la sua difficoltà quanto per la sua estensione (solo andata 28 km). Ciò nonostante, se viaggiate con bambini o semplicemente preferite fare solo il percorso di andata, potete combinare il giro in bici con un ritorno in S-Bahn. I treni partono di frequente dalle stazioni che potete trovare facilmente sia in città che nei tratti più di campagna. In questo modo non avrete di che preoccuparvi perchè avverte sempre la possibilità di prendere un mezzo se siete stanchi o se dovesse accadervi qualsiasi cosa.
Speriamo che gradirete questa proposta. È davvero piacevole e potrete ammirare un paesaggio davvero diverso dal quello del centro di Berlino!
P.s.: Oggi vi lasciamo la mappa ufficiale del giro che potrete trovare in tutti gli uffici di informazione turistica della città.

 

Panorama Theme by Themocracy